In Posa

In posa nasce con la volontà di indagare sul paesaggio del Friuli Venezia Giulia, e più precisamente della Carnia, zona della regione ricca di natura e di boschi montani.

Entrare in sintonia con la natura non solo per andare ai suoi ritmi, ma riconoscere in lei, nel bosco e infine nell’albero, un soggetto in quanto tale, con una propria identità precisa.
La fotografia non è più fotografia di paesaggio ma diventa ritratto.

Il bosco è in posa, una posa che difficilmente cambierà ma che non sarà visibile da tutti. Il soggetto comunica con rumori, odori e impercettibili movimenti; sta al fotografo riuscire a coglierli.
La luce, che filtra dai rami delle piante, dà forma ai tronchi e risalta le singole foglie, mettendone in ombra altre.

Il bianco e nero serve per tornare alle origini della fotografia, per riportare i vecchi abitanti del bosco ad un tempo sospeso, allontanandoli così dal mondo contemporaneo e industriale, che spesso e volentieri è loro nemico.

Il risultato è un particolare ritatto dei boschi friulani, un ritratto intimo e senza volontà alcuna di documentazione.